Ti fischiano le orecchie? Intervento con la MTC in caso di acufene

In Area Funzionale, newsby Deborah

Acufene, tinnito e er ming

Senti dei suoni? Si chiamano acufeni o tinnito, oppure, come detto in Medicina Tradizionale Cinese, er mingorecchie che cantano come cicale”.

Il tinnitus è la percezione di un suono, spesso assimilabile ad un fischio, senza cause esterne. E’ un disturbo abbastanza frequente, si stima riguardi circa il 10% della popolazione.
Spesso ci si convive per la difficoltà di ottenere una corretta diagnosi e l’istituzione di un’adeguata terapia. In alcuni casi l’intensità dell’acufene è particolarmente rilevante da risultare invalidante.

Sia che tu senta dei ronzii, dei campanelli o delle cascate, sia che i suoni sembrino sibili, fruscii o uno stridore, che si manifestino in modo costante oppure intermittente, che siano deboli o forti, esiste un trattamento energetico mirato al sollievo dei sintomi dell’acufene.

I canali energetici coinvolti

Tutte le medicine tradizionali dell’area asiatica offrono il trattamento dei canali, o meridiani energetici, che servono per la funzionalità uditiva. Conoscere il decorso e la modalità di trattamento di questi canali è importante per dare un sostegno a chi soffre di fischi alle orecchie e in caso di principio di sordità.

Bisogna far circolare l’energia nei canali dell’area, per esempio con uno dei punti cardine che si chiama proprio èrmen, siglato in Medicina Tradizionale Cinese TR21, affiancato da altri due punti fondamentali: SI19 e GB2.

La condizione energetica associata agli acufeni

Inoltre, si deve porre diagnosi energetica differenziata, distinguendo le forme da Vuoto da quelle da Pienezza, così da dare il giusto sostegno agli organi coinvolti nella disfunzione.

La diagnosi differenziale permette di distinguere tra le forme di acufene dovute ad una carenza di energia “corretta” e le forme d’acufene dovute a fattore patogeno, partendo proprio dal tipo di fischio accusato. Ogni tinnito è diverso dagli altri e la Medicina Tradizionale Cinese ci aiuta a distinguere gli acufeni sulla base delle loro caratteristiche.

Acufene da deficit

L’acufene a bassa frequenza, il ronzio debole, con peggioramento nel tardo pomeriggio o la sera, oppure quando si è stanchi, denota un acufene da Deficit.

Acufene da eccesso

Acufene acuto come un fischio e di durata breve? Siamo nel campo degli Eccessi.
Il meridiano Yáng Wéi Mài è un Meridiano Straordinario, influenza le orecchie e può essere utilizzato per quelle condizioni dovute alla “salita del Fuoco del Fegato” oppure per le malattie dell’orecchio provocate da uno squilibrio della Vescicola Biliare, come l’otorrea da Umidità-Calore.

Risulta molto importante trovare il trattamento adeguato che venga in  aiuto a chi soffre di acufene perché il fastidio procurato può, a sua volta, provocare altri sintomi come mal di testa, ansia, disturbi del sonno e della concentrazione.


Sei un terapista e vorresti approfondire l’argomento?
Scopri il corso di aggiornamento professionale “Acufeni – Strategie d’intervento in Medicina Cinese”

5/5 (1 Review)

Condividi questo articolo