La Sindrome di Atlante o Fibromialgia: il dolore invisibile

In Area Funzionale, news by Deborah

Tutti conosciamo il mito del titano Atlante, condannato da Zeus a portare sulle sue spalle il peso della volta celeste. A lui, da sempre, vengono associati il dolore protratto ed il senso di oppressione. Caratteristiche che, insieme al dolore avvertito sulla zona della nuca, fanno parte della Sindrome Fibromialgica definita, anche per questi motivi, proprio “Sindrome di Atlante”, una malattia poco conosciuta, molto diffusa e di difficile diagnosi.

Una Corretta Diagnosi

La Fibromialgia è una malattia cronica che causa principalmente dolori e rigidità articolari e muscolari. Può essere isolata o associata ad altre malattie reumatiche come l’artitre reumatoide. Gli altri sintomi sono vari e poco specifici: stanchezza, astenia, colon irritabile, difficoltà a dormire e disturbi dell’umore, motivo per cui fino a non molto tempo i medici non si spiegavano i sintomi e diagnosticavano una semplice malattia psicosomatica. Ora, per fortuna, non è più così, anche se resta comunque una malattia “misteriosa”.

Le terapie manuali nel trattamento della Sindrome Fibromialgica

Anche in questo caso, come in tanti altri, il compito del terapista è soprattutto quello di intervenire per migliorare la qualità di vita delle persone, compromessa dal manifestarsi di molteplici e fastidiosi effetti che colpiscono sia l’area strutturale che quella biochimica e psicologica.

L’approccio olistico delle terapie manuali diventa dunque parte fondamentale nel piano di trattamento per la fibromialgia ed apprendere nuove strategie costituisce un’opportunità reale di intervento per consentire ai pazienti di trovare maggiori risorse per migliorare considerevolmente la propria quotidianità.

Scopri il corso di Fibromialgia: Quando il dolore sta stretto allo stile di vita

#fibromialgia #dolorediffuso #fibromialgiatrattamentodeisintomi

0/5 (0 Reviews)

Condividi questo articolo