Col cuore in tumulto, tra ansia e angoscia – la visione in MTC

In Area Biochimica, newsby Deborah

Con la parola “ansia” si è soliti includere una complessa combinazione di sensazioni: dall’apprensione alla preoccupazione, dalla paura al panico.

Sterminata è la varietà dei sintomi che si manifestano:

  • alcuni sono parametri fisici, ben misurabili, come l’alterazione del battito cardiaco
  • altri sono solo sensazioni, come l’intolleranza ad abiti che stringono (cinture, reggiseno, cravatta) o la sensazione di farfalle nella pancia che genera inquietudine.

Una “classifica”, basata su stato di gravità e differenziazione dei sintomi, sigla i vari tipi di comportamenti:

  • DAG se si parla di disarmonia che persiste nei mesi
  • DP se si aggiungono panico e forti alterazioni metaboliche
  • FOBIA, tra cui ansia sociale
  • DOC coazione alla gestualità ripetuta

Cause e motivi che generano la reazione d’ansia

Le cause che generano la reazione d’ansia sono molte e diverse, tra le quali non vanno sottovalutate:

  • una “noia dell’esistenza”
  • la ricerca di significato in ciò che si fa
  • la coerenza con ciò che si è

Per contrastare l’atteggiamento dell’ansioso che si rovina la giornata perché pensa al futuro di certo possono rivelarsi utili le pratiche che riportano l’attenzione al presente proprio!

L’ansia classificata in Medicina Cinese

In un’ottica olistica, orientale, dove “tutto è parte del tutto”, anche l’ansia deve pur avere un suo perché!
L’ansia, come la rabbia, o la paura, sono manifestazioni della nostra emotività. Qualsiasi emozione, se adeguata in intensità e non persistente nel tempo, ha una propria funzione specifica, una sua utilità.

La Medicina Cinese, nella sua meravigliosa linearità, oltre a dedicarsi alla descrizione delle varie forme di ansia, concentra la propria attenzione su “cosa succede al movimento del Qi”, dell’energia, nella persona quando è preda di uno stato di ansia, di angoscia (lo stato intermedio tra ansia ed attacco di panico) o di inquietudine.

Pone così una prima interessante suddivisione, a cui corrisponderanno diversi tipi di trattamento:

  • nell’ansia l’energia, il Qi, si muove in modo disordinato, anarchico, in tutte le direzioni.
    In Medicina Cinese quando si parla di Ordine si parla innanzitutto del meridiano VESCICA URINARIA e dell’organo POLMONE, ovvero respirare in modo ordinato
  • nell’angoscia, il movimento del Qi è congelato, l’angoscia è un non movimento.
    Gli stimoli che provengono dall’esterno sono percepiti come un troppo intensi o ravvicinati, tali da non poter essere gestiti/digeriti. Qui si parte dallo STOMACO: lo stomaco produce il sangue e il sangue è la casa della nostra psiche
  • nell’inquietudine le persone riferiscono di aver sempre “il cuore in gola” o sognano di dover scappare, di essere inseguiti.
    È una perdita del proprio Centro; la sua comparsa si potrebbe accompagnare al momento in cui “ciò che è stato sepolto” torna a galla. Il meridiano della VESCICA BILIARE è un buon punto di partenza per affrontare questi casi, da associare all’organo CUORE, l’Imperatore.
Appare sempre più evidente che l’eccesso di un sentimento si ripercuote sul buon funzionamento degli organi; così come il cattivo funzionamento di un organo può essere sottolineato da un’alterazione dei sentimenti.

E se l’ansia compare senza motivo?

Spesso molti di noi cercano di capire, o si sforzano d’immaginare le ragioni razionali del proprio stato d’ansia. Ma, come detto, magari l’origine dello stato d’ansia deriva dal cattivo funzionamento di un organo.
A questo proposito, qualche interessante suggerimento lo si trova in “ORGANI ED EMOZIONI”:

  • il “vuoto” dell’energia del Fegato determina la paura / il “pieno” determina la collera
  • il “vuoto” dell’energia del Cuore determina il pianto / il “pieno” risa irrefrenabili
  • il “vuoto” dell’energia della Milza-pancreas si manifesta con depressione e astenia mentale / il “pieno” con ossessioni e idee fisse
  • il “vuoto” dell’energia (QI) del Polmone determina l’angoscia / il “pieno” la sovreccitazione
  • il “vuoto” dell’energia (QI) del Rene determina indecisione e apprensione / il “pieno” autoritarismo e stravaganza.

Perle di Salute: PC6 Neiguan – un solo Punto per ansia, nausea e aritmia

C’è un punto nel meridiano di MINISTRO DEL CUORE, si chiama PC6 Neiguan e si trova a tre dita dalla piega del polso, esattamente al centro del braccio, tra i tendini.

La stimolazione è molto semplice, può essere fatta con il pollice, cercando di “penetrare” un po’ tra i tendini, per poi esercitare
– delle pressioni ripetute ogni 3/5 secondi
– oppure delle pressioni rotatorie, in senso antiorario.

L’efficacia della stimolazione di questo Punto lo ha reso noto anche al di fuori dell’ambito della Medicina Cinese. È infatti lo stesso Punto che viene stimolato indossando il “polsino antinausea”, consigliato a chi soffre di mal di mare o mal d’auto, tutte circostanze dove la nausea ha radici nella psicoemotività.


Sei interessato all’argomento e ti piacerebbe approfondirlo?
Allora ti potrebbe interessare il corso: Trattamento energetico dello stato d’ansia, angoscia e oppressione secondo il modello estremo orientale
4.9/5 (12 Reviews)

Condividi questo articolo