Osteopatia: scopriamo insieme cos’è, cosa cura e i suoi benefici

In Area Funzionale, newsby Fabrizio Ranieri

L’osteopatia, nata come medicina manuale alternativa, oggi è da considerarsi la terapia manuale complementare per eccellenza: ha da sempre un approccio olistico e scientifico.

Si differenzia rispetto alla gran parte della medicina tradizionale poiché guarda l’individuo nella sua totalità, considerandolo come un’unità funzionale e non come la somma di tante parti affette o meno da un disturbo. I suoi fondamenti sono basati sull’anatomia, sulla fisiologia e sulla ricerca.

L’approccio osteopatico al paziente

L’osteopatia è una forma terapeutica incentrata sulla salutogenesi, ossia volta a ritrovare la salute e l’equilibrio del corpo stimolandone, da un lato, la capacità di autoguarigione, dall’altro eliminandone tensioni e disfunzioni. L’osteopatia non è invasiva e gli unici strumenti utilizzati dall’osteopata sono le sue mani.

L’innovazione del metodo di cura va individuata nell’approccio al paziente: l’osteopatia cerca la causa primaria che ha provocato un disturbo, che può risiedere in una zona lontana da quella che accusa dolore. L’osteopata, colui che pratica l’osteopatia, ha nella sensibilità delle proprie mani gli strumenti per ristabilire l’armonia e la normalità della Salute nelle attività della vita quotidiana.

Campi d’applicazione dell’osteopatia

L’osteopatia può curare e prevenire molti disturbi, nel bambino, nell’adolescente, nell’adulto e nell’anziano. Spesso collabora con altre figure sanitarie appartenenti a varie discipline mediche o con i dentisti, poiché, assieme, risolvono problematiche riguardanti occlusione, masticazione e postura. In altri casi ancora partecipa a percorsi fisioterapici o riabilitativi complessi.

Il trattamento osteopatico può  altresì essere indirizzato:

  • alla riduzione ed al controllo del dolore,
  • alla riduzione ed al controllo dell’infiammazione
  • al trattamento delle cicatrici, anche di origine chirurgica, che siano disfunzionali o problematiche, dato che possono persino alterare il movimento delle articolazioni, della colonna vertebrale o la postura.

I principali disturbi trattati dall’osteopatia

Il trattamento osteopatico si rivolge ad un gran numero di disturbi. Opera sul corpo umano con l’obiettivo di ristabilirne la salute tramite trattamenti manuali volti a ritrovare le funzioni e la fisiologia normali, liberando e sciogliendo le tensioni delle articolazioni di tutto il corpo, della colonna vertebrale e degli arti, riequilibra gli scambi energetici, la circolazione dei fluidi recuperando globalmente la vitalità della persona.

Può curare disturbi a carico del sistema muscolare e dello scheletro, occupandosi di semplici ma dolorose contratture dei muscoli, dei trigger point, dei dolori cervicali, del dorso o della schiena, compresi torcicollo e colpo della strega.

Inoltre tratta efficacemente anche problematiche:

  • degli sportivi
  • dovute a traumi o microtraumi
  • dolori intercostali
  • da incidenti automobilistici come i colpi di frusta,
  • legate a ernie del disco, scoliosi, iperlordosi e ipercifosi,
  • come artrosi, artrite e problemi della postura

Tramite raffinate tecniche manuali, l’osteopatia può risolvere:

  • disturbi funzionali della digestione, quali mal di pancia o gonfiore, quindi acidità dello stomaco, reflusso, colite e stitichezza
  • problemi dell’apparato genito-urinario come dolori o irregolarità del ciclo mestruale, disturbi post-parto, alcuni tipi di incontinenza o di cistite ricorrente sono agevolmente affrontati e risolti.

L’osteopatia, inoltre, tratta:

  • problematiche a carico del sistema nervoso come le parestesie ed i formicolii alle mani o ai piedi, le sciatiche e le sindromi del tunnel carpale
  • alcuni disturbi del sonno o legati all’irritabilità
  • disturbi che interessano il sistema della circolazione dei liquidi o del sangue come congestioni venose o linfatiche, gambe pesanti o sempre stanche, senza riposo.

Un altro settore in cui si ottengono ottimi risultati riguarda quello del naso e dell’orecchio, potendo trattare riniti, sinusiti croniche e vertigini.

Nel novero dei disturbi che riguardano il capo l’osteopatia affronta con successo:

  • le cefalee, il mal di testa da stress, da tensione
  • il digrignamento dei denti o bruxismo
  • le emicranie
  • i problemi di nevralgie del trigemino

Utilissimo il trattamento osteopatico anche durante e post gravidanza: per i tipici mal di schiena o sciatiche od anche per la preparazione al parto, mentre, dopo quest’ultimo, il trattamento è finalizzato a riequilibrare il bacino od  al trattamento delle cicatrici da cesareo.

Osteopatia: a chi è rivolta

I pazienti che si rivolgono all’osteopata hanno qualunque età, giovani, adulti, anziani e bambini, anche neonati. In quest’ultimo tipo di paziente, si preferisce un approccio molto dolce che è quello della Terapia cranio-sacrale, disciplina appartenente al patrimonio terapeutico osteopatico, che risulta di grande utilità in caso di dislessia, colichette gassose dell’intestino, rigurgito, disturbi della dentizione ed in caso di bambini ipercinetici.

Naturalmente, per ottenere i benefici sperati, è opportuno rivolgersi ad un professionista serio, che si avvalga, in caso di necessità, della collaborazione con medici specialisti o di esami strumentali, poiché il solo uso delle mani, in clinica, può non essere sufficiente.

Perle di salute

“Una persona è giovane quanto lo è la sua schiena!”

La colonna vertebrale necessita di movimento per mantenersi in Salute: la sedentarietà è una causa nascosta di dolore alla schiena. Quindi anche una corretta posizione non ci salva dal mal di schiena!

L’unica arma efficace per combatterlo è la prevenzione e questa avviene tramite il movimento. Quale? Fai lo sport che ti piace ed aggiungici un pizzico di stretching! Fallo più che puoi e soprattutto divertiti, magari in compagnia. In caso avessi qualche tensione di troppo, puoi provare a rilassare la zona con un auto massaggio, con l’aiuto di una pallina da tennis (come in foto).

esercizio decontratturante spalla

5/5 (8 Reviews)

Condividi questo articolo