punti di agpuntura

L’agopuntura nel contrasto dei disturbi del sonno

In Area Funzionale, newsby Fabrizio Ranieri

Vi addormentate male, vi svegliate spesso o accusate altri sintomi?

Contate spesso le pecore prima di riuscire finalmente ad addormentarvi? O vi svegliate di notte senza alcun motivo, rigirandovi nel letto?

I problemi di addormentamento e mantenimento del sonno sono le forme più frequenti di disturbi del sonno. Spesso sottovalutato, il sonno è uno dei bisogni fisiologici più importanti del nostro organismo. Insieme alla respirazione e alla alimentazione, permette la vita.

La velocità che contraddistingue l’epoca attuale porta spesso a considerare il sonno come una perdita di tempo. Al contrario le ore della notte sono una sorta di “cibo” per il nostro cervello: i circuiti neuronali possono riposare, migliorando l’attenzione e mantenendoci in salute. Non secondariamente, il sonno ha un ruolo chiave ampiamente dimostrato tra i fenomeni anti-invecchiamento.

Mentre dormiamo, infatti, avvengono molteplici processi attivi nell’organismo. Il cervello rielabora quel che abbiamo vissuto durante la giornata ed è in grado di trovare soluzioni creative ai nostri problemi. Le cellule dell’organismo si rigenerano, vengono prodotte proteine e nuovo sangue. Anche il sistema immunitario lavora a pieno regime durante il sonno.

Conseguenze dell’insonnia

Le persone che dormono poco rendono meno. Secondo gli esperti, il loro potenziale può ridursi di oltre il 70%. Malattie cardiovascolari, diabete, calo di memoria, demenza, deficit del sistema immunitario, sono solo alcune delle complicanze che si possono associare all’insonnia reiterata nel tempo.

L’utilizzo della farmacologia occidentale per il trattamento dell’insonnia crea spesso dipendenze e fornisce un “sonno artificiale” che frequentemente le persone riferiscono come “non ristoratore”. Inoltre, non è esente da numerosi effetti collaterali come la sonnolenza diurna, l’incremento del rischio di caduta e la dipendenza farmacologica.

Approccio della Medicina Cinese ai problemi del sonno

La medicina tradizionale cinese si concentra sul trattamento sia del corpo che della mente, senza l’uso di farmaci, e i praticanti danno particolare attenzione all’energia vitale necessaria per mantenere un corretto equilibrio corpo/mente.

In linea generale, dal punto di vista della Medicina Cinese in caso di insonnia possiamo differenziare tra:

  • condizioni di “Deficit”
  • e condizioni di “Eccesso”

La differenziazione tra queste situazioni può avvenire solamente a seguito di una valutazione energetica basata sulle metodiche della medicina cinese e rappresenta un punto di partenza per impostare un trattamento di riequilibrio energetico che va a migliorare progressivamente la qualità del sonno e il benessere complessivo della persona.

Nessun tipo di insonnia verrà mai trattato esattamente nello stesso modo durante l’agopuntura, ognuno è correlato a un particolare squilibrio.

Trattamento dell’insonnia con l’agopuntura

L’agopuntura mostra un profilo di sicurezza eccellente tanto che oggi sono sempre di più gli specialisti che la consigliano, per aiutare a risolvere i problemi del sonno.

Chiunque abbia provato l’agopuntura, anche per altri motivi, sa benissimo che dopo le sedute di agopuntura spesso si accusa un forte rilassamento e a seguire una condizione di pesantezza del corpo. Durante la pratica clinica capita spesso di vedere pazienti addormentarsi sul lettino o che chiedono di restare altri 5 minuti con gli aghi per la piacevole sensazione di rilassamento.

Perchè accade questo?

Quali sono i meccanismi tramite cui l’agopuntura riesce ad indurre questo stato di rilassamento?

In generale è ormai noto come la stimolazione dei punti di agopuntura abbia numerosi effetti sul sistema nervoso centrale ed endocrino, migliorando la durata e la qualità del sonno. La ricerca clinica ha evidenziato che l’agopuntura può essere efficace nel trattamento dell’insonnia attraverso:

  • Incremento dei livelli di melatonina endogena
  • Stimolazione della secrezione di oppioidi endogeni
  • Incremento dei livelli cerebrali di ossido nitrico che aiuta a promuovere la normale funzione dei tessuti cerebrali e potrebbe migliorare il sonno
  • Incremento del flusso ematico cerebrale
  • Riduzione dell’attività del sistema nervoso simpatico, inducendo il rilassamento
  • Regolazione dei livelli di neurotrasmettitori come la serotonina, dopamina, GABA, noradrenalina, in modo da promuovere il rilassamento e ridurre la tensione

Inoltre, l’agopuntura può essere efficacemente associata ai farmaci occidentali per l’insonnia, potenziandone gli effetti positivi.

Perle di Salute 

Una buona igiene di vita come prevenzione e terapia. Se avete un disturbo del sonno, non prendete subito e sempre medicamenti. Nel lungo termine, non vi aiuteranno a risolvere il problema. Concedetevi qualche pausa in più, adottate un rituale rilassante prima di coricarvi e non rimuginate sul problema “sonno”. Piuttosto pensate a cose positive, che vi procurano piacere prima di addormentarvi.

Evitate inoltre tè, caffè, alcool e pasti abbondanti alla sera. E’ importante seguire uno stile di vita corretto, fare attività fisica e ricorrere a metodi di rilassamento come il Training Autogeno, lo yoga e la meditazione.

 

5/5 (7 Reviews)

Condividi questo articolo