Affrontare l’inverno con l’alimentazione corretta

In Area Biochimica, newsby Deborah

Con l’arrivo dell’inverno il nostro corpo deve fronteggiare le basse temperature che lo mettono a dura prova.
Quest’anno, più di altri anni, con l’emergenza in corso è necessario arrivare con un sistema immunitario ben preparato.

Rinforziamo il sistema immunitario con l’alimentazione

Alcuni micronutrienti (vitamine e minerali) sono particolarmente indicati per rinforzare il sistema immunitario con la loro azione antiossidante e protettiva, senza però trascurare il giusto ed equilibrato apporto energetico dei macronutrienti (proteine, carboidrati e lipidi) che durante l’inverno aumenta, in quanto il nostro corpo attiva la termoregolazione.

Ecco un breve elenco dei micronutrienti che non possono mancare nella nostra dieta invernale e nella lista della spesa :

Le vitamine A, E e C

Le vitamine A, E e C sono le vitamine con la maggiore azione antiossidante; in particolare la vitamina E e la vitamina C agiscono in sinergia tra loro difendendo così le nostre cellule in ogni loro parte strutturale.

  • LA VITAMINA A
    La vitamina A è presente in tutte le verdure e la frutta color arancio o verde scuro (sotto forma del precursore b- carotene che nel nostro corpo viene poi convertito).
    Quindi peperoni gialli o rossi, carote, zucca oppure tarassaco, spinaci, rucola, radicchi verdi e broccoli sono alcuni esempi di verdure ricche in questa provitamina.
  • LA VITAMINA E
    La vitamina E è presente invece negli oli vegetali (di germe di grano, nocciola, girasole, di oliva) e nei semi secchi oleosi (mandorle, noci, semi di girasole ecc..).
  • LA VITAMINA C
    La vitamina C è particolarmente presente negli agrumi, nei kiwi e nelle brassicaceae (verza, broccoli, cavolfiori, cavolo cappuccio, cavolini di bruxelles).

La vitamina D

Non dimentichiamo la vitamina D che modula il sistema immunitario e di cui dovremmo fare “il pieno” durante l’estate (stando al sole) per poter affrontare poi l’inverno.
E’ sempre più difficile fare questo carico estivo perché ci si espone sempre meno al sole e, quando lo si fa, si utilizzano creme protettive.

Se l’autunno lo permette, quindi, continuate a uscire alla luce del sole per 20-30 minuti (a maniche corte sarebbe meglio, ma solo se le temperature sono miti!) così da mantenere più elevata la quantità circolante di vitamina D.
Negli alimenti è presente soprattutto nei pesci.

Zinco e Selenio

Tra i minerali, molto importanti sono zinco e selenio che intervengono in aiuto del sistema immunitario in sinergia con la vitamina E.
Essi sono presenti nei semi secchi, ma anche nei legumi, nei cereali integrali e nei latticini.

Prevenzione prima di tutto

La preparazione inizia prima dell’inverno e dovrebbe essere fatta durante tutto l’anno.
Una corretta e completa alimentazione dovrebbe essere seguita tutti i giorni, come abitudine consolidata.
Consumare maggiormente i cibi che possono rinforzare le nostre difese può essere un buon accorgimento solo se fatto nei tempi giusti.

Un’attenzione all’assunzione delle vitamine e dei minerali sopra citati va quindi prestata con anticipo: la prevenzione con gli alimenti deve cominciare poco prima dell’autunno.
Infatti, la vitamina C, ad esempio, non può avere alcun effetto se abbiamo già preso l’influenza, mentre può essere preziosa se viene assunta quotidianamente prima dell’arrivo del freddo.

La prevenzione gioca un ruolo fondamentale per affrontare le sfide invernali, quindi non corriamo ai ripari a dicembre con litri di spremuta di arancia (che per altro non servirebbe…), ma diamo al corpo i giusti tasselli tutto l’anno affinché funzioni in armonia ed equilibrio.

Perle di Salute: come prepararsi all’inverno per resistere a freddo, batteri e virus?

Intanto, assicuriamo al nostro corpo prodotti il più freschi possibile, evitando tutto ciò che è confezionato e/o industrialmente trattato che li impoverirebbe di quei nutrienti di cui necessitiamo maggiormente.
Quindi frutta e verdure fresche, assicurando le 5 porzioni al giorno, crude o cotte in modo semplice.

Aggiungiamo qualche noce o mandorla o altro seme gradito da aggiungere, per esempio, ad un’insalata oppure ad uno yogurt.

Ricordiamoci dei cereali integrali come farro, orzo, kamut, riso e dei legumi come lenticchie, fagioli, ceci che ci garantiscono la giusta energia unitamente a zinco e selenio.

Infine utilizziamo le spezie per cucinare, ricche in minerali e vitamine, ed aggiungiamo germe di grano o soia ai piatti.

 

Il tuo nutrizionista saprà sicuramente consigliarti su come organizzare la tua dieta, partendo da un’organizzazione equilibrata dei pasti della giornata e della settimana. Perché, senza esagerare con le privazioni, è bene trovare un equilibrio che ci consenta di mantenerci in Salute, anche d’inverno!

 

0/5 (0 Reviews)

Condividi questo articolo